markers/turismo/panoramicview.png Riserva Naturale della foce del fiume Chidro

Riserva Naturale della foce del fiume Chidro

Qui puoi:

Partire per un giro in ebike

Prenota una bici per raggiungere questo luogo su due ruote (elettriche). Sulla destra della pagina trovi i percorsi che passano propri da qui.

Prenota la tua bici ora

Riserva Naturale della foce del fiume Chidro: cosa c'è da sapere

Un'oasi di freschezza nel cuore del Salento

Nel territorio di Manduria si incontrano storia, archeologia e paesaggi di notevole importanza naturalistica, come la Riserva Naturale della foce del Fiume Chidro. Questa comprende diversi siti, che si trovano in punti diversi del comune di Manduria: i due boschi Rosa Marina e Cuturi, la stessa foce del fiume, la palude del Conte e la Salina dei Monaci.

Lungo la costa, la foce del Chidro dà vita ad un punto paesaggistico molto interessante: questo piccolo corso d’acqua si snoda tra la macchia mediterranea e sfocia nel Mar Ionio creando un’atmosfera di rara bellezza. La sua foce è oggi uno dei luoghi più ambiti in estate per la bellezza delle acque limpide e fresche.

Il Chidro tra natura e leggenda

Il fiume nasce da polle di acqua dolce che sgorgano dal sottosuolo ed è il protagonista di una leggenda tanto affascinante quanto improbabile: l’apostolo Pietro sarebbe approdato proprio qui durante i primi anni di diffusione del cristianesimo e avrebbe battezzato i primi cristiani usando le acque del Chidro.

Il fiume Chidro è alimentato da sorgenti carsiche e si distingue per le sue acque limpide e fresche, che scorrono sinuose tra la vegetazione rigogliosa.

La foce del fiume Chidro è un paradiso per gli amanti della natura: la sua ricca biodiversità include varie specie di flora e fauna, ma è anche un posto ideale per fare trekking, birdwatching o semplicemente per rilassarsi nella quiete della natura.

Dove si trova Riserva Naturale della foce del fiume Chidro

Galleria Fotografica

Riserva Naturale della foce del fiume Chidro

Indirizzo:
fiume Chidro
Manduria