C01 La Via del Sale, Casa del Romano - Camogli


Informazioni

Descrizione della vacanza
Lungo l’antica Via del sale, dal basso Piemonte a Portofino
La Via del sale è un insieme di antichi percorsi commerciali che mettevano in comunicazione la pianura Padana con il mar Ligure: il sale infatti, utilizzato per la conservazione dei cibi, era la più preziosa delle merci trasportate dai muli o dai carri, insieme all'olio ligure in cambio del vino e di altri prodotti. Una di queste vie collegava l’Alta Val Borbera, nel basso Piemonte, con l’antico porto di carico del sale di Recco già in epoca romana.
L'itinerario propone di ripercorrere la Via del Sale con partenza in ebike dalle alture della Val Borbera, (circa 1400 m slm) all'interno del Parco Naturale dell'Alta Val Borbera e al Parco Naturale del monte Antola, una delle regioni più boscose d'Italia, dove il mare incontra la montagna.
Questi territori da sempre terre di passaggio, sono disseminati di reperti storici quali torri d’avvistamento, chiese, piccoli borghi arroccati, ponti antichi, palazzi storici, segni delle antiche civiltà contadine che si accompagnano a ricchi spunti naturalistici e ambientali: panorami unici con spettacolari fioriture di specie protette e grandi distese di boschi dove oggi è tornato a vivere il lupo (Museo del Parco dell’Antola, visitabile a Torriglia).
La particolare posizione geografica fa convivere l’ecosistema montano con quello mediterraneo: da non perdere sono le fioriture primaverili che colorano i prati d’altura, il foliage autunnale dei boschi del Parco o semplicemente un bagno estivo nelle fresche acque del torrente Borbera.
In questi territori sono molti i prodotti tipici da degustare, sia quelli di montagna sia quelli della riviera ligure con una varietà unica di formaggi, paste e ravioli fatti a mano, vini liguri e piemontesi fino ad arrivare al pesce fresco pescato nella Golfo del Paradiso e nella Baia di Portofino. La Val Borbera è conosciuta per i suoi ottimi funghi e per i rinomati tartufi bianchi.
La vacanza prevede il soggiorno in tre luoghi diversi, a partire dalla suggestiva e selvaggia Val Borbera, per assaporare i suoi paesaggi montuosi e collinari dove si trovano i vigneti del Timorasso, per arrivare il secondo giorno a pernottare nel porticciolo turistico di Camogli con le sue calette sabbiose ed infine a vivere un’esperienza di benessere nell’entroterra ligure in un parco secolare con vista sul Golfo del Tigullio, in cui ammirare uno dei cieli italiani dove minore è l’inquinamento luminoso notturno (Osservatorio astronomico diurno e notturno visitabile in località Casa del Romano).