Informazioni

Estesa circa 2000 ettari in Sicilia, la Riserva Naturale Orientata "Oasi del Simeto" è una delle aree più singolari dell'isola per avifauna e interesse paesaggistico. Incastonata tra il maestoso vulcano Etna, la plaia della Città metropolitana del Sud, Catania, giunge sulle coste del mare Ionio, ramificandosi sulla foce del fiume Simeto fino a toccare il laghetto Gornalunga. Tappa fissa nelle rotte di tante di uccelli migratori e della famosa tartaruga Caretta Caretta, viene dichiarata Riserva Naturale Orientata nel 1984. Partendo dal centro di Catania per un breve tratto verso est si arriva alla foce del fiume, dal braccio opposto inizia la risalita attraverso un sentiero leggermente sopraelevato a poca distanza dalle sponde che si possono facilmente raggiungere attraversando il breve tratto che costituisce il bacino naturale del fiume. Davanti si apre la piana di Catania a destra l'Etna e i paesi sui pendi collinari sulle cui creste si ergono i castelli medioevali di Paternò, Motta Sant'Anastasia e Adrano che dominano la vallate del fiume, sorti durante la dominazione Normanna a difesa delle invasioni e dalle scorrerie nemiche. Informazioni dettagliate sulla vegetazione e fauna fluviale si possono leggere su apposti pannelli informativi.

Info

A partire da   35
a persona



Cosa vedi e dove puoi fermarti lungo il percorso

Mappa