Here you can

Begin your e-bike tour

Choose one of the routes on the right in order to pass by this point

Book your ebikes

Info

Il parco ha radici molto antiche, infatti già dal 1400 si trova traccia di appezzamenti di foraggio cintati, accanto a questi, già all’epoca, venne organizzato un giardino geometrico per l’ozio dei nobili, seme dell’attuale parco. Tra le varie vicissitudini storiche si ricorda il diritto acquisito nel 1699 di attingere acqua dal Mincio per irrigare il giardino che nel frattempo aveva preso maggiore estensione. Il progetto del giardino all’inglese si deve grazie al poeta Ippolito Pindemonte e allo zio Antonio Maffei, Marchese proprietario del giardino tra la fine del ’700 e l’inizio del ’800. Alla morte del Marchese Maffei il parco passò nelle mani della famiglia Nuvoloni e da qui iniziò il lento declino della proprietà. Solo grazie alla famiglia milanese Sigurtà, che acquisì la proprietà da Maria Paulon nel 1941, il parco ritornò a risplendere per le sue bellezza naturali, ripristinando il diritto, dimenticato nel corso degli anni, di attingere dal Mincio le acque irrigue. La passione dei Sigurtà diede nuova vita al parco e inoltre lo ampliò da 22 ettari a 60 ettari. L’opera della famiglia Sigurtà culmina nel 1978, quando il parco fu reso visitabile aprendo al pubblico le proprie meraviglie. Il patrimonio naturale è fruibile attraverso differenti modalità: a piedi, in bicicletta, tramite mezzi elettrici accompagnati da guida e con il trenino panoramico.

Photos

Where is it

full screen map

Address

Via Cavour, 1 IT 37067 - Valeggio sul Mincio ( VR )

Routes

Here are the routes touching this point