markers/turismo/panoramicview.png Centrale idroelettrica Mirabello

Centrale idroelettrica Mirabello

Qui puoi:

Partire per un giro in ebike

Prenota una bici per raggiungere questo luogo su due ruote (elettriche). Sulla destra della pagina trovi i percorsi che passano propri da qui.

Prenota la tua bici ora

Centrale idroelettrica Mirabello: cosa c'è da sapere

A fine secolo venne realizzata, nei pressi - 4 - del ponte sulla roggia Ciria, l’abitazione destinata al camparo addetto alla cura dell’importante rete irrigua che attraversa il paese e qualche anno dopo, nel 1902, venne costruita, su iniziativa del Consorzio Irrigazione, la centrale idroelettrica che finì per essere denominata popolarmente la Lüs.

In Lombardia l’uso dell’energia idroelettrica iniziò a diffondersi negli anni Novanta del XIX secolo, quando, a seguito dell’invenzione dell’alternatore, divenne possibile trasportare l’elettricità a grandi distanze con ridotte dispersioni di corrente. Da allora i Comuni della regione, sospinti perlopiù da società private esperte nella nuova tecnologia, cominciarono a progettare la sostituzione dell’illuminazione pubblica esistente, a gas o a petrolio, con quella elettrica. Nel Cremonese e nel Cremasco il clima economicamente favorevole, la continua crescita delle richieste energetiche e il rincaro del carbone indussero il CONSORZIO PER L’INCREMENTO DELLA IRRIGAZIONE NEL TERRITORIO CREMONESE (CIIC) a considerare l’eventualità di produrre energia elettrica sfruttando i piccoli salti d’acqua del naviglio Grande. L’attenzione si appuntò sui salti di Mirabello di Casalmorano (con una caduta d’acqua di 3 m) e de la Rezza presso Genivolta (con una caduta d’acqua di 2,5 m), ritenuti, dopo un preciso e accurato esame, i meglio confacenti alla produzione di energia elettrica. La costruzione delle centraline venne deliberata dal CIIC nel 1899 e i contratti per la fornitura elettrica furono firmati per la Rezza con il Comune di Soresina e per Mirabello con quello di Cremona. La centrale della Rezza fu messa in funzione l’1 giugno 1902 per una fornitura di 90 kW, quella di Mirabello il 3 marzo 1904 per una fornitura di 140 kW, dei quali inizialmente solo 100 vennero destinati al Comune di Cremona, che però a partire dal 1906 chiese e ottenne per sé anche gli altri 40.

da Ecomuseo - Provincia di Cremona

Dove si trova Centrale idroelettrica Mirabello

Galleria Fotografica

Centrale idroelettrica Mirabello

Indirizzo:



Percorsi

I percorsi che passano da questo punto: