markers/turismo/panoramicview.png Torre della Norma - Casalbuttano

Torre della Norma - Casalbuttano

Qui puoi:

Partire per un giro in ebike

Prenota una bici per raggiungere questo luogo su due ruote (elettriche). Sulla destra della pagina trovi i percorsi che passano propri da qui.

Prenota la tua bici ora

Torre della Norma - Casalbuttano: cosa c'è da sapere

Era il più caratteristico manufatto del grande parco di Palazzo Turina, residenza ottocentesca della omonima famiglia. Il giardino fu ampliato e ridisegnato nel corso della prima metà dell'Ottocento, ricorrendo a schemi tipicamente romantici che includevano anche viali, edifici di servizio ed uno specchio d'acqua artificiale, con un ponte turrito in seguito denominato Torre della Norma.

da https://fondoambiente.it/luoghi/torre-della-norma

La torre della Norma

I Turina erano una delle famiglie più ricche della lombardia ( 3500 ettari di solo terreno )
Ferdinando Turina nato nel 1794 e Giuditta Cantù nata nel 1803 si sposano nel 1819
lei porta in dote 70.000 lire (la paga annua di un muratore ammontava all’epoca a 500 lire annue)
Giuditta però non amava Casalbuttano piccolo paese di provincia che non offriva gli svaghi cui era usa ed essendo appassionata di musica si recava spesso a Milano al teatro alla Scala.
Bellini e Giuditta si conoscono alla prima di Bianca e Ferdinando in occasione dell’inaugurazione del teatro Fenice di Genova il 7 aprile 1828. Da quel giorno inizia il loro rapporto sentimentale travagliato.
I due amanti iniziano a frequentarsi assiduamente spesso in luoghi lontani. Sul lago di Como Bellini compone la Straniera e la dedica a Giuditta.
Bellini nel settembre 1830 inizia a comporre la Norma . Ospite di palazzo Turina dai primi di ottobre al 8 novembre 1830 nella pace del grande parco che circonda la villa prosegue la composizione.( Anche se numerosi biografi sostengono che l’opera fu scritta a Moltrasio e Milano.)
Durante un suo soggiorno in Inghilterra scrive, senza nessuna precauzione lettere d’amore a Giuditta che malauguratamente vengono intercettate da Ferdinando nell’aprile 1933. I maligni dicono che a Ferdinando non importasse più di tanto sapere del tradimento, ma spinto dal fratello e dai parenti caccia la moglie e intenta la causa per la separazione legale.
Bellini riceve notizie di Giuditta per l’ultima volta il 20 agosto 1835
Vincenzo Bellini muore il 23 settembre 1835
A Casalbuttano si sarebbe voluto cancellare dalle cronache i nomi di Bellini e Giuditta e si ignora ufficialmente qualsiasi fatto riguardante i due amanti.
Nel 1851 Turina acquisisce tutta l’area posseduta dai signori Schinchinelli per ampliare il parco della villa che arriva così a coprire 312 pertiche cremonesi, equivalenti a circa 250.000 metri quadrati.
Verso il 1860 decide di abbellire il parco e fa scavare un laghetto triangolare alimentato dalla roggia Bordegazza che viene deviata a tale scopo, fa costruire un ponticello a dorso d’asino che lo scavalca , una torretta a base pentagonale ed una torre merlata che le future generazioni chiameranno Torre della Norma per ricordare l’illustre ospite e dare lustro al nome di Casalbuttano nel mondo.
Ferdinando Turina muore nel 1869 e Giuditta Cantù nel 1871.

da http://rete.comuni-italiani.it/foto/2009/41282

Dove si trova Torre della Norma - Casalbuttano

Galleria Fotografica

Torre della Norma - Casalbuttano

Indirizzo:
Via della Pace


Percorsi

I percorsi che passano da questo punto: