Castello di Soiano del Lago

Qui puoi:

Partire per un giro in ebike

Prenota una bici per raggiungere questo luogo su due ruote (elettriche). Sulla destra della pagina trovi i percorsi che passano propri da qui.

Prenota la tua bici ora

Info

"Solis ianua" ovvero "porta del Sole", una delle probabili origini del nome Soiano, un borgo ricco di vigneti ed ulivi. 

L’omonimo Castello, risale al X secolo, è posto su un'altura a 198 metri di altezza e da testimonianze archeologiche venne eretto su rovine romane.
Presenta una muratura molto alta e in diversi punti costruita con pietre e ciottoli legati da malta. La pianta è di tipo quadrangolare ed è incorniciata da ciò che rimane di una merlatura ancora in parte visibile. Sopra le due porte si vedono anche i segni delle strutture che tenevano il vecchio ponte levatoio dove probabilmente passavano i carri per entrare nella cittadella fortificata, mentre la parte esterna meridionale del castello conserva un massiccio muro a scarpa visibile a destra della torre.

Soiano del Lago e le aree circostanti furono abitate dai romani. Nell’899 gli ungari distrussero diversi monumenti tra i quali anche un tempio dedicato a Giove. Fu dopo quella terribile invasione che sorse il castello per accogliere in circa mille metri quadrati, la popolazione, con relativi carri, animali e raccolti, a protezione dalle scorrerie dell’epoca.
A partire dal periodo del medioevo fu interessato da numerosi interventi, uno dei quali il campanile eretto nel XIII secolo e che ancora oggi si può ammirare.

Una piccola curiosità locale. Le campane della torre fungevano anche da servizio meteorologico un colpo significava bel tempo, 2 colpi nuvoloso, 3 colpi pioggia o grandinate.

Nel corso dei secoli, il maniero venne usato dai rappresentanti delle famiglie locali come sede atta ad eleggere i consoli e ad amministrare la giustizia. Assunse anche la funzione di roccaforte ghibellina e fu conteso tra Brescia e Verona. Nel 1735 per contrastare la temuta discesa dell'esercito dei Savoia fu fatta costruire un'ulteriore porta per chiudere il castello.
Nel 1985 il castello è stato donato al Comune dalla casata Omodeo-Salè che restaurò la fortezza e una targa sull'ingresso del castello testimonia i lavori di ripristino.
Nella stagione estiva le antiche mura del castello di Soiano del Lago divengono suggestivo luogo di eventi artistico-culturali, spettacoli e rievocazioni storiche

Dove si trova

mappa a schermo intero

Indirizzo

Piazza Umberto I, 5 Soiano del Lago

Percorsi

I percorsi che passano da questo punto di interesse: