Museo contadino di Voltaggio

Qui puoi

Partire per un giro in ebike

Scegli uno dei percorsi qui accanto per passare da questo punto di interesse?

Prenota le bici

Info

Il Museo contadino vi introduce nel mondo antico dei mestieri tradizionali locali, con un percorso didattico organizzato a sale tematiche: il lavoro nei campi e la fienagione, il taglio del bosco, la coltivazione dei castagneti e dei frutteti, la cucina, gli antichi mestieri del caregà (l'impagliatore di sedie) e del ferà (il maniscalco). Un museo ricco di attrezzi e materiali di uso quotidiano che raccontano storie di uomini e donne di quest'angolo di Appennino; che ci guida nella conoscenza e nella comprensione di una civiltà secolare e del suo rapporto con l'ambiente; che descrive la cultura di questo mondo antico oggi messo in discussione ma forte ancora della consapevolezza dei propri valori e della propria identità. L'indagine conoscitiva delle attrezzature agricole e degli altri oggetti di uso quotidiano, sulla loro destinazione e sul loro utilizzo passato, è avvenuta attraverso le testimonianze degli anziani locali intervistati, che hanno così delineato uno spaccato di vita passata, sugli usi degli strumenti agricoli, sul loro utilizzo, sulla loro modalità di costruzione, sui nomi dialettali e su curiosità legate alle feste, ai giochi e più in generale alla vita contadina.
Di quella "Civiltà Contadina" oggi si stanno perdendo le tracce ed il lavoro di recupero della memoria storica è diventato quanto mai urgente se vogliamo impedire che un patrimonio di conoscenze e di esperienze vada irrimediabilmente perduto. Il Museo ha poi anche la funzione importante di "interprete del territorio", ponendo attenzione all'intreccio, non sempre immediatamente percepibile, fra natura e cultura, fra storia dell'uomo e storia dell'ambiente, aspetti naturalistici e vicende dei lavoro contadino, problemi di conservazione e sviluppo sostenibile.

 

Foto

Dove si trova

mappa a schermo intero

Indirizzo

Via Cesare Anfosso, 2

Percorsi

ecco i percorsi che passano di qui